AOA Save

L’Organizzazione di Produttori A.O.A è consapevole del fatto che il cambiamento climatico influisce negativamente sul ciclo vegetativo e produttivo delle piante. In questo quadro in continua evoluzione, l’imprenditore agricolo è chiamato a prendere decisioni strategiche e operative che perseguano la sostenibilità economica, ambientale e sociale della propria azienda. Per questo motivo l’Organizzazione di Produttori A.O.A ha dato vita al progetto “AOA SAVE – L’agricoltura che Innova”, per aiutare i propri associati a prendere le decisioni giuste, coniugando un maggiore rispetto ambientale con una diminuzione dei costi di lavoro e produzione.

Agricoltura di precisione

Attraverso la creazione di un sistema unitario di raccolta dati, attraverso attività di monitoraggio con sensori prossimali e remoti, si punterà a di ridurre il consumo idrico e gli input energetici, ottimizzando la produzione. L’analisi dei dati raccolti consentirà, infatti, di prendere decisioni strategiche e operative coerenti con una gestione agronomica sito specifica delle coltivazioni ttraverso l’utilizzo dei dettami dell’agricoltura di precisione. La raccolta dei dati può avvenire attraverso diversificati sensori posti sia in prossimità delle coltivazioni che trasportati da piattaforme aeree.

Sensori prossimali

In alcune aziende pilota abbiamo posizionato nodi “meteo base” e nodi “potenziale idrico” per rilevare la temperatura e umidità dell’aria, la pressione atmosferica, le precipitazioni, la bagnatura fogliare, la direzione del vento e l’irraggiamento solare, oltre che la conducibilità elettrica, l’umidità e la temperatura del suolo. Ciò costituisce un elementare sensor network per lo studio della variabilità temporale che invia dati grezzi a un server dove essi vengono elaborati e resi fruibili mediante una piattaforma informatica integrata.

Sensori Remoti

Grazie all’uso di droni equipaggiati con camere multispettrali vengono effettuate rilevazioni sugli indici vegetativi utili alla stima del vigore vegetativo e dell’attività fotosintetica delle coltivazioni. Le informazioni rilevate con sistemi di acquisizione dati diversificati consentono lo studio puntiforme delle coltivazioni in atto consentendo l’utilizzo di appropriate tecniche agronomiche sostenibili. L’integrazione delle mappe digitali che descrivono la variabilità spaziale delle coltivazioni e i parametri climatici del sito di produzione guideranno l’azienda agricola a una migliore gestione della risorsa idrica e della concimazione con ripercussioni positive sul bilancio economico aziendale e sull’ambiente circostante. Campania di un contributo pubblico pari al 50% dei costi sostenuti per l'attuazione delle azioni inserite nel Programma Operativo.